Carissimi amici nerazzurri e simpatizzanti tutti, oggi la sfiga, vestita da una  bruttissima megera sotto forma di Befana, ci ha fatto perdere immeritatamente, per la goduria dei cugini che possono affrontare la Juventus con maggiore tranquillità ed imporre un maggiore distacco. Ovviamente il rigore sbagliato e la traversa colta da Young hanno cambiato l’inerzia della partita, impedendoci persino di pareggiare. Forse l’errore è stato quello di non rischiare da subito Lukaku : lui, sicuramente, il rigore non l’avrebbe sbagliato. Certo, a centrocampo sarebbe stato meglio far giocare Sensi, ma, con un campo in condizioni cosi disastrose, Conte avrà fatto le sue valutazioni. Aver inserito Eriksen é un segno di coraggio, ma non é uomo da spaccare la partita in corso e, tra l’altro, psicologicamente, non é nelle migliori delle condizioni. Sicché, sino all’ultimo si é sbattuti contro il muro della Samp in modo infruttuoso, anche per la giornata di grazia del portiere Audero. Peccato! Battuta d’arresto pericolosa, specie in considerazioni delle prossime due partite contro Roma e Juventus, delicatissime. La delusione è stata grande, ma la prestazione lascia ben sperare. Consideriamolo un incidente di percorso e mandiamo una doverosa sentenza a quell’idiota menagramo di Zazzaroni che aveva detto che non avremmo vinto con i Doriani. É un dato di fatto che l’Inter ha fatto venti tiri in porta, la Samp due. La partita è tutta qui e, per finire, a mio modo di vedere, si poteva anche rimandare per  impraticabilità del campo, in condizioni orribili. Sempre e in ogni caso forza Inter! 

Lascia un commento